Obbligo di annuncio dei posti di lavoro vacanti

Nel febbraio 2014 è stata approvata l’iniziativa contro l’immigrazione di massa. Il Parlamento ha conseguentemente deciso di introdurre l’obbligo di annuncio per i generi professionali con un elevato tasso di disoccupazione per favorire lo sfruttamento della manodopera locale.

Introduzione dell’obbligo di annuncio:
• dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro sono tenuti a notificare agli uffici regionali di collocamento (URC) i posti vacanti che rientrano nei generi professionali con un tasso di disoccupazione che a livello nazionale ammonta almeno all’8 per cento;
• il 1° gennaio 2020 questo valore soglia sarà ridotto al 5 per cento;
• anche i posti vacanti affidati ad agenzie di collocamento private, headhunter o imprese di fornitura di personale a prestito vanno annunciati all’URC.

I generi professionali soggetti all’obbligo di annuncio per aver raggiunto la soglia dell’8% di disoccupazione (elenco in vigore dall’1 luglio 2018 al 31 dicembre 2019) sono riportati sul sito www.lavoro.swiss.

Eccezioni – nessun obbligo di annuncio se:
• un posto vacante viene occupato da una persona che lavora da almeno 6 mesi presso la stessa impresa;
• un posto vacante viene occupato da un parente di una persona avente diritto di firma nell’impresa;
• la durata del rapporto di lavoro non supera i 14 giorni civili;
• il datore di lavoro trova e assume persone in cerca d’impiego registrate presso l’URC i cui profili sono pubblicati su www.lavoro.swiss.

Annuncio dei posti vacanti:
• i posti vacanti vanno notificati all’URC competente –tramite il portale online www.lavoro.swiss, per telefono o personalmente;
• un profilo dettagliato dei requisiti è necessario, affinché l’URC possa sottoporre al datore di lavoro i dossier di candidati scelti in modo mirato;
• i posti vacanti notificati sono soggetti a un divieto di pubblicazione di 5 giorni lavorativi. Il periodo inizia a decorrere dal giorno lavorativo successivo alla ricezione della conferma dell’URC. E’ possibile pubblicare il posto vacante soltanto dopo la scadenza di questo termine.

Candidati proposti dall’URC:
Dopo aver notificato il posto vacante il datore di lavoro riceverà entro 3 giorni lavorativi dall’URC una risposta riguardo ai dossier idonei dei candidati.

Risposta del datore di lavoro:
Dopo aver esaminato i dossier trasmessi dall’URC il datore di lavoro dovrà comunicare all’URC:
• quali sono le candidate e i candidati giudicati idonei che sono stati invitati per un colloquio o un esame dell’idoneità;
• se è stata assunta una delle candidate o uno dei candidati.

2018-11-14T16:42:36+00:00 14/11/2018|Servizi fiduciari|